Confetti Papa a Primavera a Napoli… Vetrine in Fiore

By 10 Giugno 2018 news
Primavera Napoli

Si è da poco conclusa la manifestazione “Primavera a Napoli… Vetrine in Fiore”, ideata e curata da Tiziana Gelsomino e sponsorizzata da Papa Confetti e Cioccolato. 

Nell’ambito dei festeggiamenti della 12° edizione della rassegna dedicata alla primavera, lunedì 21 Maggio alle ore 18.00 c’è stata la presentazione del libro “A Theatre laboratory approach to pedagogy and creativity” di Tatiana Chemi, professore associato presso l’Università di Aalborg, Cattedra di Innovazione Educativa, dove lavora nel campo dell’apprendimento artistico e dei processi creativi.

primavera napoli

Questo testo è frutto di 20 anni di ricerche ed interviste volte ad indagare le pratiche pedagogiche nel teatro, nonché la possibilità di apprendere attraverso il supporto di laboratori teatrali prendendo ispirazione dalla consapevolezza di un problema reale: il divario pedagogico esistente tra le pratiche delle istituzioni educative tradizionali e le sfide per un futuro sconosciuto.

Nella splendida cornice liberty del Teatro Sancarluccio, il nostro brand storico Papa Confetti e Cioccolato ha affiancato altre eccellenze culinarie del territorio deliziando gli invitati con la linea “Perle” della nostra collezione Deliziosi Confetti d’Italia dedicate alle bellezze della zona: i cofanetti Capri, con i loro deliziosi confetti al gusto fragola, e quelli Napoli, con i deliziosi confetti al gusto pistacchio.

primavera napoli

É stata proprio Napoli ad ispirare a Tiziana Gelsomino, ideatrice e curatrice di questo format culturale, un evento come “Primavera a Napoli… Vetrine in Fiore” in cui vengono promossi eventi di arte, design e moda all’avanguardia.

“Napoli – dichiara infatti la Gelsomino- è una capitale culturale ricca di elementi artistici, paesaggistici e letterari di grande spessore che ritengo sia doveroso valorizzare al massimo seguendo l’esempio di città di taratura internazionale come Miami, New York e Londra dove, eventi come questi, sono all’ordine del giorno”.